Sogno/16

“In auto con la sorella minore, che guida.

Improvvisamente al posto di guida sale un africano, che puzza di sudore e ha con sé un bambino bianco.

Subito ho paura, poi capisco che hanno chiesto un passaggio.

Mi trovo seduta dietro e tengo abbracciato forte il bambino, e mi chiedo come mai è bianco.

Guardo sulla destra e vedo una bella ragazza bianca, capisco che è la madre del bambino.

Abbraccio forte il bambino e sento un vivo senso di maternità.”

La sognatrice consente ancora di guidare alla sorella, descritta come insicura e ancora succube della famiglia

Il mondo interno le ricorda quindi che si sente ancora guidare da questa condizione.

Entra in auto e guida un africano, una parte maschile ancora straniera alla sognatrice, apparentemente anomale, puzza, ma anche portatore di un bambino bianco.

ovvero anche le parti della psiche meno note, più lontane da noi possono apportare qualcosa di buono e piacevole se sappiamo accettarle

Chiedono di essere integrate nella psiche per vivere meglio la totalità del sentimento e una nostra maggiore individuazione.

Photo by Марьян Блан | @marjanblan on Unsplash

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: