Glossario/3

GLOSSARIO JUNGHIANO 3

ANIMA

Con il termine ANIMA si intendono le tendenze psicologiche femminili della psiche dell’uomo, cioè sentimenti, emozioni, atteggiamenti vaghi, anche imprecisi, ricettività dell’irrazionale, amore di sé, sentimento e atteggiamento verso l’inconscio Il carattere dell’ANIMA e la sua struttura trae ispirazione dalla madre.

Se la madre è stata percepita negativamente o non del tutto positiva, vedremo irritazione, insicurezza, emotività: non valgo … niente ha senso.

Nell’uomo troveremo osservazioni velenose, atteggiamenti donneschi, svalutazione della vita, aggressività poco controllata, svalutazione delle donne

L’ANIMA adempie quello che la logica dell’uomo non riesce a individuare, ponendosi come mediatrice tra mondo interiore e realtà esterna, aiutando l’uomo ad affrontare sentimenti, speranze, fantasie.

È molto comune constatare come in molte iniziative (corsi di yoga, incontri ove si parla di spiritualità, incontri sulla genitorialità, o il matrimonio ecc.) si trovi nel pubblico una netta maggioranza di donne.

Le donne funzionano a “eros-sentimento”, gli uomini a “logos-pensiero” e questi ultimi fanno spesso una dannata fatica a scendere nell’intimo della psiche.

Nel corso del lavoro psicologico sono spesso gli uomini che chiedono: cosa devo fare?

Hanno bisogno di concretezza, di risultato che si tocca, possibilmente in tempi brevi e certi.

È necessario, per l’uomo-maschio, vedere, “sentire” il proprio lato femminile che lo può rendere più morbido, accogliente, sensibile, persino più seducente dell’uomo-muscolo. Molto spesso gli uomini per riuscire ad accedere alla propria ANIMA hanno bisogno di transitare da una donna della quale si innamorano, o da una figlia o una nipote che risvegli la loro parte sopita di tenerezza femminile.

Non è inconsueto che un uomo sposato quando inizia una storia clandestina dica “con Lei (quella nuova) posso finalmente essere me stesso”, il che in genere significa che il nuovo incontro gli consente di accedere all’ANIMA, dimenticata in un cassetto del matrimonio, e di parlare a sé stesso, alla propria parte emotiva e affettiva femminile attraverso l’altra.

Obiettivo di un percorso psicologico, anche grazie al lavoro sui sogni, è anche quello di riscoprire o scoprire quella morbidezza che il Dio Marte-Uomo non si è concesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: